Come si ripartiscono le spese condominiali per l’installazione di un cancello automatico?

Il primo comma dell’articolo 1123 del Codice Civile specifica che le spese per l’installazione di questo tipo di cancello (ma anche solo del sistema d’automazione) vanno ripartite tra tutti condomini sulla base del calcolo dei millesimi di proprietà, in quanto il cancello viene considerato parte comune dell’edificio.

Lo stesso criterio si applica anche al calcolo di quelle spese dovute per l’utilizzo successivo del bene come gli interventi di manutenzione o la riparazione di guasti poiché tutti i condomini traggono la stessa utilità dalla sua presenza.

Per quanto riguarda l’acquisto del telecomando di apertura a distanza per il cancello automatico, non esiste un pronunciamento univoco, ma sembra prevalere l’interpretazione che ogni condomino interessato pagherà per l’acquisto dei telecomandi di cui ha bisogno.