Vantaggi e rischi dei cancelli ad ante asimmetriche

I cancelli elettrici ad ante asimmetriche possono rappresentare una
soluzione nel caso di aziende e condomini in cui è previsto non solo il
passaggio di veicoli, ma anche un considerevole flusso di persone durante il
giorno. La particolarità è quella di avere due ante di larghezze diverse e
indipendenti: la più larga consente il transito dei veicoli, mentre quella più
corta è dedicata al passaggio pedonale.

Se si prevede di automatizzare anche l’anta pedonale è necessario che il sistema
sia in grado di gestire in modo indipendente la corsa di entrambe le ante, ma se
rischia di rimanere aperta per lunghi periodi bisogna prendere anche tutte le
precauzioni possibili per segnalare la presenza del cancello automatico.

È recente la sentenza di un Giudice di Pace di Trento che ha risolto a favore di
un condomino che aveva danneggiato la propria auto contro l’anta del cancello
automatico del palazzo, indicando nella chiusura asimmetrica una concausa della
decisione. In questo caso, infatti, l’asimmetria forniva una falsa
rappresentazione della realtà, poiché l’anta pedonale aperta lasciava
erroneamente supporre che il cancello fosse ancora aperto anche quando era, in
realtà, in movimento. Per questa ragione, il sopralluogo di tecnici qualificati
come quelli di Aback Cancelli prima dell’installazione è fondamentale per
determinare se esistono le giuste condizioni per garantire la sicurezza di
persone e veicoli.

Ante assicronizzate pericolose